Celles-ci sont des feuilles?

Fogli di bronzo 2

I lavori di Fanari ci riportano a un segno tradizionale, allíutilizzo di espedienti tecnici classici, ma non per questo inefficaci nellíhic et nunc, nel qui e ora. Le sue foreste ci fanno riflettere, meditare, sognare, ci incuriosiscono e ci fanno mettere in discussione parametri di fruizione che ritenevamo consolidati.

Una riscoperta nella scoperta che dimostra come, troppo spesso, i pregiudizi e le indagini visive superficiali condizionino il nostro sistema percettivo.

Le foreste di Fanari ci spingono ad andare oltre, ci mettono in contatto con quellíistinto non mediato dalla conoscenza che guida líindividuo nelle sue scelte pi˘ importanti, ci inducono ad assecondare líirrazionalit‡ per compiere un percorso introspettivo, per affrontare il panico della solitudine e la paura dellíignoto.

Molte volte le risposte che cerchiamo sono gi‡ dentro di noi, basta osservare tutto da angolature diverse.

Un artista visivo Ë sempre testimone del proprio tempo e artefice del proprio destino, un sismografo in grado di registrare, attraverso il mezzo tecnico scelto, le piccole e grandi scosse della societ‡ in cui vive, completandole con pensieri, stati díanimo e dimensioni emotive.

Red hidden landscapes

Ceramiche frantumate

White hidden landscapes

Fogli di bronzo 3

Paesaggio invisibile 1

Celles-ci sont des feuilles? 2

Paesaggio invisibile 2